Comunicati stampaAST. BENE INCONTRO CON VESTAGER

20 Maggio 2021
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2021/05/Acciai-Speciali-Terni-19.jpg

Sulla cessione delle acciaierie AST di Terni, Daniela Rondinelli (M5S) ha avuto stamattina un incontro con la Commissaria europea alla Concorrenza, Margrethe Vestager.

L’On. Rondinelli, che da mesi si sta occupando insieme agli altri colleghi europarlamentari degli altri gruppi politici di come affrontare e risolvere i problemi dell’azienda, ha sollecitato l’incontro odierno dimostrando una sensibilità che l’ha portata il 1 Maggio scorso a parlarne a Terni direttamente con il Segretario Generale della CGIL, Maurizio Landini, e una rappresentanza dei metalmeccanici di FIOM e FIM.

“L’incontro di oggi”, afferma Daniela Rondinelli, europarlamentare del M5S dal 2019, ”rappresenta un passo decisivo verso una nuova modalità di affrontare un problema che da troppi anni sta bloccando una città, una regione e le potenzialità del nostro Paese e dell’Europa in un settore strategico. Ringrazio la Commissaria per aver accolto idee e proposte che non solo difendono i lavoratori e le loro famiglie ma che soprattutto mettono la soluzione della crisi aziendale al centro di un’accelerazione che faccia tornare il futuro a Terni e in Italia. Mai come oggi l’Europa è finalmente tornata a svolgere il suo ruolo sociale con la crisi covid. E una potenzialità straordinaria come AST di Terni non venga più letta come un problema da risolvere ma come un’opportunità per il recovery italiano ed europeo in una nuova competitività post pandemica. Oggi abbiamo fatto un passo importante in questa direzione. Adesso corriamo insieme tra territorio, Governo e Europa.”

 

Daniela Rondinelli ha illustrato le forti preoccupazioni manifestate dai lavoratori del sito, dalle parti sociali, dai cittadini e dalle istituzioni di Terni per la perdurante incertezza sulle prospettive del polo, incertezza che si aggiunge alle altre presenti sul piano macroeconomico, con il prezzo dell’acciaio aumentato vertiginosamente e seri problemi di approvvigionamento sia a livello nazionale che europeo. In questa cornice, l’europarlamentare ha ribadito la necessità di difendere e rafforzare l’industria siderurgica continentale, mantenendo per Terni l’integrità produttiva e commerciale del sito, con un ciclo integrato che consenta di conservare e consolidare le attività di fusione, laminatura e fucinatura, oltre ai centri di servizio ubicati in tutta Europa.

Gli europarlamentari, nella complessità dello scenario globale, hanno accolto positivamente il passo compiuto tra UE e USA lo scorso 17 maggio relativamente a una possibile revisione della politica dei dazi, con l’avvio di colloqui tesi a trovare soluzioni sul problema della capacità globale di acciaio e alluminio.

La Commissaria ha dichiarato di comprendere le preoccupazioni dei lavoratori, delle parti sociali, dei cittadini e delle comunità locali, vista la delicatezza della situazione di Terni. Vestager ha pure ricordato come la Commissione non abbia ancora avuto notizie formali né da parte della multinazionale, né da parte dei potenziali offerenti.

Nel libero mercato, TK è certo libera di decidere del futuro dei propri assets, ma la Commissaria ha parimenti assicurato che sarà riconosciuto che la produzione dell’acciaio è solo una parte della catena del valore. Vestager ha inoltre dichiarato che, in effetti, i centri di servizio commerciale, collocati in diverse nazioni europee, dovrebbero essere venduti insieme al polo produttivo. Sebbene siano congetture premature in tale fase, si intende mantenere e garantire il rispetto della decisione assunta nel 2014, per creare un’equa concorrenza rispetto ai competitors e alla nuova entità risultante da questa operazione.

La Commissione prima di agire formalmente attende di conoscere nel dettaglio gli offerenti e le relative proposte con l’impegno di una valutazione rapida sulla correttezza formale e sostanziale dell’operazione di cessione. Per la Commissaria la siderurgia è fondamentale e strategica per la competitività dell’Unione Europea nel mercato globale e ciò emerge anche dalla recente Comunicazione sulla Strategia Industriale che dedica un capitolo specifico al settore.

Vestager ha inoltre condiviso con gli eurodeputati il giudizio sull’infrastruttura di Terni, definendola “molto preziosa” ed esprimendo apprezzamento per l’approccio coordinato degli eurodeputati sul tema. ”L’acciaio – ha proseguito la Commissaria –  ha conosciuto una serie di sfide e, per questo, adesso ci sono una serie di meccanismi di difesa del commercio, come le clausole di salvaguardia, visti pure gli episodi di dumping registrati. Ci sono stati vari momenti di consolidamento negli ultimi cinque-dieci anni che hanno richiesto grande impegno alla Commissione”.

In chiusura di colloquio la Commissaria ha proposto di riaggiornare l’incontro nel momento in cui ci saranno evoluzioni in merito alla messa in vendita da parte di TK, accettando anche l’invito a visitare il sito produttivo non appena le condizioni sanitarie legate alla pandemia lo consentiranno.

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2020/09/logo-bianco-rondi.png
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Portavoce M5S al Parlamento europeo • Cookie PolicyPrivacy Policy