NewsSportello europeoLotta alle fake news, inclusione e diversità. Le opportunità dall’Europa

27 Gennaio 2022
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/01/fake-news-1280x853.jpg

Interessanti opportunità in queste settimane. Sportello Europa, servizio che offro gratuitamente a tutti i cittadini, aziende e istituzioni delle regioni Lazio, Toscana, Umbria e Marche vi segnala importanti bandi europei per la creazione di Hub nazionali nella strategia di lotta alle fake news e ai contenuti dannosi sul web, nell’ambito del programma Digital Europe e dell’European Digital Media Observatory; il Premio Capitali europee dell’inclusione e diversità, un bando sull’innovazione nell’ambito di Horizon e contributi alle imprese del settore sanitario.

A livello regionale, la Toscana lancia il programma E-state insieme per l’inclusione dei minori; le Marche presentano varie opportunità per imprese agricole, per aziende colpite dall’emergenza covid e a favore di attività sociali finanziate dalla Fondazione CR Macerata; l’Umbria propone sostegni a ristoro delle aziende sciistiche danneggiate dalla pandemia; nel Lazio, la CCIA di Latina finanzia l’internazionalizzazione delle imprese.

Europa

European Digital Media Observatory (EDMO): contributi per la creazione di Hub nazionali e multinazionali

Il Programma Digital Europe sostiene la diffusione delle tecnologie digitali, centrali per il futuro dell’Europa. Il Programma intende dunque diffondere e utilizzare al meglio le capacità digitali strategiche in una serie di aree prioritarie specifiche. Come ad esempio il sostegno al Green Deal, alle PMI e alle autorità pubbliche nel loro processo di trasformazione digitale.

Internet ha cambiato profondamente il modo in cui i cittadini accedono alle informazioni. Se da un lato si è registrato un aumento della partecipazione e dell’inclusione nei processi democratici, dall’altro, ha contribuito enormemente alla diffusione della disinformazione.

A questo proposito è stata sviluppata una strategia europea per limitare l’impatto della disinformazione online nel rispetto della libertà di espressione e di altri diritti fondamentali e valori democratici. Nell’ambito di questa strategia, è stato creato il 1° giugno 2020 l’European Digital Media Observatory (EDMO). Con l’obiettivo di realizzare un’infrastruttura tecnica progettata per facilitare gli scambi di conoscenze e i processi collaborativi tra i fact-checker, ricercatori accademici e altre parti interessate.

Attualmente sono stati costituiti 8 hub nazionali e multinazionali presenti nei seguenti Paesi: Irlanda, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svezia e Norvegia. Nello specifico, il bando mira a creare nuovi hub nazionali o multinazionaliindipendenti al fine di espandere la copertura regionale della rete di hub European Digital Media Observatory (EDMO).

L’EDMO e i suoi centri nazionali sono fondamentali per affrontare efficacemente il problema della disinformazione. L’EDMO non fornisce solo supporto nell’area della ricerca e del factchecking, ma svolge anche un ruolo importante per quanto riguarda il quadro di monitoraggio, assistendo la Commissione nella valutazione dell’attuazione del codice e facendo parte della task force permanente.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Premio Capitali europee dell’inclusione e della diversità

La Commissione si è impegnata nei confronti del piano di azione contro il razzismo e la strategia per l’uguaglianza delle persone LGBTIQ per istituire una designazione annuale delle Capitali europee dell’inclusione e della diversità.

Il Premio Capitali europee dell’inclusione e della sostenibilità intende riconoscere, fornire visibilità ed evidenziare le migliori prassi di una città o regione, che possano costituire una fonte di ispirazione per altre città europee nella creazione di ambienti più diversificati e inclusivi per i propri cittadini.

Il premio mira a riconoscere le migliori prassi che: promuovono la diversità (in termini di sesso, età, disabilità, identità LGBTIQ, religione e origini etniche/razziali) come fonte di ricchezza e innovazione; contribuiscono a politiche e a sistemi inclusivi; promuovono un sentimento di appartenenza per tutti i cittadini.

ll Premio Capitali europee dell’inclusione e della diversità fornirà un riconoscimento a tre città in due categorie distinte: amministrazioni locali con meno di 50 000 abitanti; amministrazioni locali con più di 50 000 abitanti. Ogni categoria avrà un primo (l’unico vincitore del titolo di Capitale europea dell’inclusione e della diversità per un dato anno), un secondo e un terzo posto.

Ai candidati può essere inoltre conferita una menzione speciale, in base alle priorità politiche annuali o ai punti salienti specifici delle candidature. Sarà inoltre conferito un Premio specifico alle amministrazioni locali che promuovono l’inclusione delle comunità Rom. In questa categoria saranno nominati tre vincitori (primo, secondo e terzo posto). Il Premio specifico prevede una sola categoria; pertanto, non si considerano le dimensioni delle amministrazioni locali.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Premio “Horizon Impact Award”

Il bando riguarda il conferimento del premio “EU Horizon Impact Award”, un’iniziativa della Commissione Europea finalizzata a riconoscere e celebrare i progetti di Ricerca & Innovazione (R&I) che con i loro risultati hanno contribuito a dare un valore aggiunto alla società. Gli impatti dei progetti sono da intendersi come benefici apportati all’economia, alla società, alla cultura, alla politica o ai servizi pubblici, alla salute, all’ambiente.

Il bando intende riconoscere i benefici socio-economici derivanti dai progetti finanziati dall’UE nell’ambito R&I. Inoltre, la premiazione ha il fine di creare un momento di confronto fra i candidati riguardo i risultati delle ricerche, lo scambio di buone pratiche e le modalità di massimizzazione degli impatti sociali, economici e politici dei progetti.

Ci si aspetta che il premio, attraverso la presentazione delle migliori pratiche, crei dei modelli volti ad ispirare i beneficiari di R&I nell’utilizzare i risultati delle loro ricerche per creare valore per la società.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Contributi per il supporto alle attività di enti non governativi in ambito salute

Il fine del bando è di garantire la partecipazione degli enti non governativi che operano nell’ambito della salute alle attività necessarie per attuare uno o più obiettivi specifici del Programma EU4Health. Le sovvenzioni operative hanno il fine di sostenere gli enti non governativi che forniranno una maggiore alfabetizzazione sanitaria e la promozione della salute. Il rafforzamento delle capacità e la creazione di reti, contribuendo all’ottimizzazione delle attività e delle pratiche sanitarie, fornendo feedback dai pazienti e facilitando la comunicazione con essi.

I candidati dovranno dimostrare che si impegneranno a fornire risultati concreti. Come: materiali online, pagine web, manuali e strumenti su studi di casi che promuovono la salute nelle scuole, schede informative e letteratura pertinente, materiali per gli insegnanti sull’alfabetizzazione sanitaria e assistenza e promozione di gemellaggi con altre scuole europee; sviluppo delle capacità e attività di formazione per ridurre l’impatto dei fattori di rischio per le malattie non trasmissibili; nuovi approcci per promuovere diete sane e sostenibili; orientamento di esperti e collegamenti peer-to-peer; collaborazione in aree comuni di attività.

Alcune delle attività dovranno contribuire all’attuazione di iniziative politiche non legislative e/o all’attuazione della pertinente legislazione sanitaria dell’Unione. Inoltre, sarà necessario contribuire allo scambio di conoscenze, lo sviluppo delle capacità relative alla cooperazione con altre organizzazioni della società civile e organizzazioni internazionali (ad esempio l’OMS).

Nella candidatura, sarà necessario specificare perché il sostegno finanziario dell’Unione è necessario per il raggiungimento di uno o più degli obiettivi specifici del Programma EU4Health.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Toscana

E-state Insieme – Bando per l’organizzazione di percorsi didattico-ricreativi extra-scolastici a supporto dell’inclusione dei minori di 8-13 anni

Il bando sollecita la presentazione di proposte per la realizzazione di centri estivi ludico-educativi rivolti a minori di 8-13 anni residenti sul territorio della Città metropolitana di Firenze. E delle Province di Arezzo e Grosseto.

Tra le finalità generali rientrano: l’acquisizione del metodo di studio e delle strategie più adatte al proprio stile di apprendimento; la consapevolezza delle proprie difficoltà e l’acquisizione di strumenti compensativi per farvi fronte. E per migliorare la motivazione all’apprendimento, lo stimolo alla socializzazione e ad uno stile di vita attivo offrendo un luogo accogliente e protetto.

In particolare, gli interventi proposti dovranno perseguire il duplice obiettivo di: recuperare il learning loss; ampliare in maniera qualitativa e quantitativa l’offerta di attività extra-didattiche (al di fuori del tempo/spazio Scuola).

Per maggiori informazioni clicca qui.

Marche

Fondazione CR della Provincia di Macerata: Richiesta contributi

La Fondazione persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico nell’ambito dei settori di intervento. Per l’anno 2022 la Fondazione intende finanziare progetti coerenti con gli obiettivi programmatici e con gli ambiti di intervento della Fondazione, così come definiti nel Documento Programmatico Previsionale.

Saranno finanziati i progetti nell’ambito dei seguenti ambiti di intervento: volontariato, filantropia e beneficenza; salute pubblica, medicina preventiva e riabilitativa; arte, attività e beni culturali; educazione, istruzione e formazione; sviluppo locale ed edilizia popolare locale. Nella scelta dei progetti da finanziare la Fondazione privilegia quelli realizzabili nel proprio ambito territoriale rappresentato dalla Provincia di Macerata.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Contributi a fondo perduto per il sostegno delle attività economiche particolarmente colpite dall’emergenza epidemiologica

Saranno concessi contributi a fondo perduto a titolo di indennità una tantuma imprese, colpite dall’emergenza COVID-19, esercenti attività di discoteca, sala da ballo, altre attività di divertimento e intrattenimento, catering, banqueting, organizzazione di cerimonie, feste e altre attività connesse.

Possono partecipare esclusivamente le imprese che abbiano almeno una sede operativa o unità locale attiva nella regione Marche, operanti nei seguenti settori:

  • AREA DIVERTIMENTO E INTRATTENIMENTO Discoteche sale da ballo e simili Bowling Organizzazione manifestazioni e spettacoli Noleggio attrezzature.
  • AREA CERIMONIE Organizzazione feste e cerimonie Catering e banqueting Bomboniere Spettacoli pirotecnici Sartorie esclusivamente per abiti da sposa e costumi da teatro. Altre attività di riprese fotografiche connesse alle cerimonie Noleggio biancheria da tavola.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Contributi a sostegno delle imprese agricole marchigiane

Il bando è finalizzato a garantire il sostegno a favore delle imprese del settore della produzione primaria in agricoltura al fine di accrescerne la competitività. Promuovere l’adeguamento e/o ammodernamento delle loro strutture produttive nonché il miglioramento della sostenibilità globale delle stesse, anche in termini di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici.

Le finalità, che si intendono perseguire in particolare sono le seguenti: l’introduzione di nuove tecnologie introduzione di innovazione di processo; il miglioramento del benessere degli animali; della sicurezza sul lavoro; della sostenibilità ambientale delle attività produttive aziendali; l’introduzione di sistemi volontari di certificazione di qualità; la riconversione produttiva rivolta al mercato; l’introduzione e il miglioramento delle fasi della trasformazione e commercializzazione e/o vendita diretta dei prodotti aziendali.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Umbria

Contributi a fondo perduto per imprese turistiche del comprensori sciistici

Questo bando prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese turistiche localizzate nei comuni all’interno dei comprensori sciistici.

L’intervento prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle imprese turistiche localizzate nei comuni all’interno dei comprensori sciistici che abbiano subito nell’anno 2020 una riduzione del fatturato nella percentuale minima del 15% rispetto all’anno 2019. Come risultante dai rispettivi bilanci 2019 e 2020 approvati dall’assemblea dei soci.

Per i destinatari del contributo localizzati nei Comuni del “cratere”, che sono stati interessati dal sisma 2016, gli anni da prendere a riferimento per il calo del fatturato sono quelli del 2020 rispetto al 2015.

I comprensori sciistici che possono richiedere il contributo devono essere stabiliti nei seguenti comuni: Pietralunga, Scheggia e Pascelupo, Cascia, Ferentillo, Monteleone di Spoleto, Polino, Norcia, Gualdo Tadino e Costacciaro. Ad essi si aggiungono i 2 seguenti Comuni umbri la cui altitudine supera i 600 metri: Monte Santa Maria Tiberina, Sellano e Poggiodomo.

Per le imprese turistiche richiedenti il contributo, nel caso abbiano la sede legale e altre sedi operative fuori dalla regione Umbria dovranno dare evidenza della perdita di fatturato relativamente alla sola sede operativa sita in Umbria nei comuni sopra elencati.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Lazio

Bando Internazionalizzazione – Anno 2021 – CCIA Latina

Il bando intende rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti e nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco. In questa delicata fase dell’economia globale, particolare impegno è rivolto alla valutazione di eventuali possibilità di mercato in aree meno toccate dall’emergenza del Covid-19. O nei paesi che per primi si apriranno di nuovo agli scambi internazionali, aiutando in tal modo le MPMI a diversificare i propri sbocchi commerciali.

Nello specifico, con l’iniziativa si intende: sostenere il ricorso a servizi o soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la presenza all’estero delle MPMI della circoscrizione territoriale camerale, attraverso l’analisi, la progettazione, la gestione e la realizzazione di iniziative sui mercati internazionali.

Incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export da parte delle imprese. In particolare lo sviluppo di iniziative di promozione e commercializzazione digitale. Favorire interventi funzionali alla continuità operativa delle attività commerciali sull’estero da parte delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post- emergenziale.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy