NewsSportello europeoParità di genere e nuove competenze per i lavoratori, i bandi di gennaio

19 Gennaio 2023
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2023/01/Parita-di-genere-Certificazione-di-parita-di-genere-gender-equality-plan-gender-gap-conciliazione-famiglia-lavoro-sostenibilita-aziendale-1280x720.jpg

I bandi che abbiamo trovato riguardano anzitutto un tema di estrema attualità sociale e culturale e cioè la parità di genere in Europa; altrettanto rilevante quello relativo alla Memoria europea. A livello nazionale, parte la seconda edizione del finanziamento di progetti sulle nuove competenze dei lavoratori, per affrontare le crisi occupazionali provocate dalla pandemia.

Tra le Regioni, il Lazio si occupa delle risorse genetiche in agricoltura, le Marche sostengono la ripresa delle attività sportive nelle zone colpite dal sisma, la Toscana promuove i parchi commerciali naturali, l’Umbria offre contributi per valorizzare il brand regionale.

Europa

Alleanza per la parità di genere in Europa – bando per opportunità economiche 2023

La disuguaglianza di genere è ancora un problema significativo in Europa e attraversa numerose sfere della vita umana, come ad esempio, il settore lavorativo ed economico. Le cause alla base della mancanza di inclusione economica delle donne emarginate sono molteplici, sistemiche e interconnesse. Per questo motivo l’Alleanza per la parità di genere in Europa lancia un nuovo bando per proposte progettuali con lo scopo di trovare soluzioni di impatto esostenibili guidate dalla comunità che promuovano opportunità economiche per donne emarginate, transgender, persone non binarie in Europa. Le opportunità economiche possono essere intese come l’apertura di posti di lavoro, imprenditorialità e opportunità finanziarie a gruppi sociali precedentemente non serviti.

tipi di attività che potrebbero essere sostenuti nell’ambito dell’invito includono quanto segue: Attività di sviluppo delle capacità per individui o organizzazioni, come attività di formazione, tutoraggio, coaching, responsabilizzazione e tempo libero; Fornitura di servizi. Sensibilizzazione, advocacy, costruzione di reti, ricerca e lavoro politico.

Possono presentare domanda: organizzazioni non governative della società civile legalmente registrate; imprese sociali; fondi nazionali o regionali; piccole e medie organizzazioni in prima linea; organizzazioni che lavorano con donne emarginate, transgender, persone non binarie e non conformi al genere. I beneficiari per essere eleggibili devono avere sede nei seguenti paesi: Belgio, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Slovacchia, Spagna, Svezia e Regno Unito. Sono possibili candidature di gruppo, ma solo un’organizzazione può essere il capofila e il contatto dell’Alleanza. Ogni organizzazione può presentare una sola proposta.

Scadenza 12 febbraio 2023

Budget 3.500.000

Bando

Programma CERV – Bando Memoria Europea 2023

Il Programma CERV, che riunisce i precedenti programmi Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza e Europa per i cittadini, concede contributi per progetti volti ad accrescere l’impegno dei cittadini, a promuovere l’uguaglianza per tutti e l’attuazione dei diritti e dei valori dell’UE.

Il bando sosterrà progetti di commemorazione, ricerca e formazione su esperienze fondamentali della storia europea moderna. Queste includono le cause e le conseguenze dei regimi autoritari e totalitari, la resistenza contro questi regimi, l’Olocausto e altri crimini di massa, la transizione democratica e la (ri)costruzione di istituzioni democratiche, l’eredità del colonialismo, la migrazione transnazionale e l’integrazione europea. I progetti devono riguardare una o più delle seguenti priorità politiche1. Transizione democratica, (ri)costruzione e rafforzamento della società basata su Stato di diritto, democrazia e diritti fondamentali. 2. Rafforzare la memoria dell’Olocausto, del genocidio, dei crimini di guerra e dei crimini contro l’umanità per rafforzare la democrazia nell’UE. 3)Migrazione, de-colonizzazione e società europee multiculturali.4) L’integrazione europea e i suoi risultati determinanti.

Tra gli obiettivi del bando, una particolare importanza viene data a evidenziare il ruolo, la rappresentazione e la prospettiva delle donne in questi importanti eventi e sviluppi storici, per consentire una comprensione della storia più equilibrata e sensibile alle differenze di genere.

I progetti devono avere una dimensione europea e possono essere sia nazionali che transnazionali, ma la transnazionalità è fortemente incoraggiata. Per essere ammissibili, i richiedenti devono: essere persone giuridiche, ovvero enti pubblici o privati stabiliti in uno dei paesi ammissibili, ovvero: Stati membri dell’UE (compresi paesi e territori d’oltremare (PTOM)) paesi SEE (Spazio Economico Europeo) e paesi associati al programma CERV o paesi che siano in trattativa per un accordo di associazione e in cui l’accordo

Scadenza 6 giugno 2023

Budget 10.200.000

Bando 

Italia

Fondo nuove competenze – Seconda edizione

Il Fondo Nuove Competenze (FNC) è uno strumento di politica attiva del lavoro istituito per contrastare gli effetti economici della pandemia da Covid 19, successivamente inserito tra gli interventi che, insieme al programma GOL e al sistema duale, completano il Piano Nazionale Nuove Competenze previsto nell’ambito del PNRR quale “quadro di coordinamento strategico per gli interventi di aggiornamento/riqualificazione volti a fronteggiare i fabbisogni di nuove competenze derivanti dalle transizioni digitali ed ecologiche e dagli effetti della pandemia da COVID 19”.

Gli interventi del FNC hanno a oggetto il riconoscimento di contributi finanziari in favore di tutti i datori di lavoro privati – anche a partecipazione pubblica – che abbiano stipulato accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro destinati a percorsi di sviluppo delle competenze dei lavoratori.

Il FNC rimborsa il costo delle ore di lavoro rimodulate destinate alla frequenza di percorsi di sviluppo delle competenze.

I progetti formativi, da attuarsi anche nel 2023, dovranno prevedere – per ciascun lavoratore coinvolto – una durata minima di 40 ore e massima di 200 ore.

Possono parteciparetutti i datori di lavoro privati, incluse le società a partecipazione pubblica che abbiano sottoscritto entro il 31 dicembre 2022 accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro finalizzati a percorsi formativi di accrescimento delle professionalità dei lavoratori negli ambiti indicati, da realizzarsi anche nel corso dell’annualità 2023.

Scadenza 28 febbraio 2023

Budget 1.000.000.000

Bando 

Lazio

Pagamenti Agro-climatico-ambientali: Sostegno per la conservazione, l’uso e lo sviluppo sostenibili delle risorse genetiche in agricoltura

L’Avviso fa riferimento al PSR 2014-2022 ed in particolare alla Tipologia di operazione 10.2.2 – Supporto alla conservazione delle risorse genetiche attraverso le collezioni ex situ. La tipologia di operazione, nell’ambito delle azioni previste dal PSR volte alla tutela dell’agro-biodiversità, ha l’obiettivo di sostenere il mantenimento di collezioni ex situ di risorse genetiche animali e vegetali di specie, varietà, razze e popolazioni per uso forestale o agricolo minacciate di erosione genetica, con particolare riguardo a quelle iscritte nel Registro Volontario Regionale (RVR).

L’operazione deve riguardare il mantenimento di collezioni ex situ e la loro eventuale duplicazione al fine di evitare perdite accidentali di risorse genetiche animali e vegetali di specie, varietà, razze e popolazioni per uso forestale o agricolo minacciate di erosione genetica secondo un progetto di durata maggiore di un anno e non superiore a 15 mesi. Sono incluse le collezioni di organismi invertebrati e microrganismi naturali utili alla conservazione della biodiversità e della fertilità dei suoli regionali e alla produzione dei prodotti agroalimentari tipici e di qualità.

L’ambito territoriale di intervento è l’intero territorio della Regione Lazio

Scadenza 1 marzo  2023

Budget 500.000

Bando

 Marche

Sostegno per la ripresa dell’attività sportiva nelle aree colpite dal sisma (Misura 7)

La Regione intende sostenere progetti che promuovano la pratica sportiva e l’attività fisicomotoria, per favorire la ripresa delle attività ed il ritorno alla normalità nelle aree colpite dal sisma.

Il bano sostenere progetti finalizzati alla promozione dello sport come valore aggregativo, sociale, educativo e formativo rivolto a tutte le fasce di popolazione e che siano orientati al Plastic free, eventi volti a sensibilizzare l’opinione pubblica su una delle più gravi emergenze ambientali dei nostri tempi: l’inquinamento da plastica, a favore delle amministrazioni comunali dell’area del terremoto. Le attività progettuali potranno fare riferimento anche ad un territorio sovra comunale, purché si svolgano nei territori ricompresi nell’area del “cratere” del sisma.

Possono partecipare al bando gli Enti locali della Regione Marche, esclusivamente in forma associata (almeno due EE.LL.), che rientrano nel “cratere sismico”. 

Scadenza 15 febbraio 2023

Budget 117.000

Bando 

Toscana

Sostegno ai Progetti di valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali

Il bando intende sostenere la realizzazione di progetti di valorizzazione dei Centri Commerciali Naturali della Regione, nell’ambito del supporto alla sostenibilità ambientale e alla competitività del sistema distributivo regionale, al fine di attrarre maggiori flussi di visitatori nelle attività commerciali coinvolte e di migliorare la qualità di vita e l’offerta turistica di queste aree.

Per essere ammissibili i progetti presentati devono prevedere la realizzazione di iniziative che si collocano all’interno di una strategia integrata territoriale di valorizzazione, secondo logiche strutturate e continue nel tempo che prevedono le seguenti attività: azioni di animazione e valorizzazione delle reti commerciali e dei servizi ai consumatori; progettazione e realizzazione/aggiornamento del sito web del centro commerciale; attività di social media marketing gestite in modo collettivo, per migliorare la visibilità del centro commerciale e del singolo negozio, volta a promuovere nuovi prodotti e servizi in modo rapido; attività di affiancamento, assistenza e tutoraggio per l’adeguamento delle competenze digitali; attività che incentivino la digitalizzazione e la sostenibilità.

Possono presentare domanda di cofinanziamento per un progetto di valorizzazione gli organismi di gestione dei centri commerciali naturali costituiti principalmente tra imprese del settore commercio iscritte al registro delle imprese o nel registro Rea della CCIAA territoriale competente.

Scadenza 9 febbraio 2023

Budget 340.000

Bando 

Umbria

Contributi per l’attività di promozione, comunicazione e commercializzazione dei principali prodotti turistici da parte dei consorzi e delle società consortili del turismo

Il bando è finalizzato a rafforzare il prodotto turistico Umbria nella sua interezza, mediante il sostegno alle attività di promozione, di comunicazione e di commercializzazione dei principali prodotti turistici indicati nei documenti di programmazione regionale nonché delle principali caratteristiche attrattive della regione, realizzate dai Consorzi e dalle Società Consortili operanti nel settore del turismo.

Il progetto deve riguardare azioni di promozione, comunicazione e commercializzazione dei principali prodotti turistici indicati nei documenti di programmazione regionale, nonché delle principali caratteristiche attrattive della regione, con particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, all’accessibilità, alla sicurezza del territorio, alla qualità della vita, all’autenticità dell’esperienza, alla valorizzazione delle eccellenze del territorio ed alla loro fruizione.

L’attività di comunicazione deve essere finalizzata a diffondere, attraverso canali multimediali e mezzi di comunicazione innovativi, immagini e contenuti volti a rafforzare il Brand Umbria; la stessa deve essere strettamente connessa al Brand System regionale e alle campagne di comunicazione turistica della Regione;

Scadenza 10 febbraio 2023

Budget 300.000

Bando 

 

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy