NewsSportello europeoUguaglianza e diritti, i bandi del mese di dicembre

15 Dicembre 2022
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/12/equal-2495950_960_720.jpg

Grande attenzione ai diritti nei bandi selezionati. L’Europa propone contributi a favore di iniziative per promuovere l’uguaglianza e contro le discriminazioni e nel settore della giustizia elettronica. Tra i bandi nazionali di particolare importanza il rilancio della Sabatini che promuove il sostengo finanziario delle imprese. Inoltre si favorisce il potenziamento dei siti web degli Istituti scolastici. La Regione Lazio promuove azioni nelle scuole per contrastare il fenomeno crescente della diffusione di immagini sessali nel web.

Europa

Programma CERV – Contributi per progetti volti a promuovere l’uguaglianza e combattere il razzismo, la xenofobia ed ogni forma di discriminazione 2023

Promosso nell’ambito del Programma CERV (Cittadinanza, Uguaglianza, Diritti e Valori), il bando intende:promuovere l’uguaglianza e prevenire e combattere le disuguaglianze e le discriminazioni basate sul sesso, la razza o l’origine etnica, la religione o le convinzioni, l’handicap, l’età o l’orientamento sessuale e rispettare il principio di non discriminazione, secondo quanto previsto dall’articolo 21 della Carta Fondamentale dei diritti dell’UE; sostenere, far progredire e attuare politiche globali per combattere il razzismo, la xenofobia e tutte le forme di intolleranza, compresa l’omofobia, la bifobia, la transfobia e l’interfobia e l’intolleranza basata sull’identità di genere, sia online che offline.

L’iniziativa intende sostenere progetti che applichino un approccio globale e intersezionale e propongano azioni specifiche volte a combattere l’intolleranza, il razzismo, la xenofobia e la discriminazione, in particolare per motivi di origine razziale o etnica, colore, religione, orientamento sessuale, identità di genere. I progetti dovranno quindi rispondere alle seguenti priorità: Lotta contro l’intolleranza, il razzismo, la xenofobia, la discriminazione, i discorsi e i crimini d’odio; Promuovere il diversity management e l’inclusione sul posto di lavoro, sia nel settore pubblico che in quello privato.  Combattere la discriminazione contro le persone LGBTIQ e promuovere l’uguaglianza LGBTIQ. Migliorare la risposta delle Autorità Pubbliche alla discriminazione (multipla e intersezionale), al razzismo e alla xenofobia (Riservato alle autorità pubbliche). Possono partecipare al bando Enti pubblici o privati dotati di personalità giuridica stabiliti in un Paese membro dell’UE (compresi i Paesi e Territori d’Oltremare) o in un paese associato al Programma CERV (Lista).

Scadenza 20 giugno 2023

Dotazione 20.000.000 €

Bando call-fiche_cerv-2023-equal_en.pdf (europa.eu)

Contributi per progetti transnazionali nei settori della giustizia elettronica, dei diritti delle vittime e dei diritti processuali

L’uso delle ICT nel settore della giustizia offre un potenziale significativo per migliorare l’efficacia dei sistemi giudiziari e facilitare l’accesso alla giustizia. Il sistema europeo di giustizia elettronica (E-Justice) sostiene azioni transfrontaliere finalizzate a permettere ad attori di diversi Stati membri di unire le forze per progettare e rendere operative soluzioni IT di rilevanza e valore aggiunto per la giustizia. In questo contesto, il bando è finalizzato a facilitare un accesso efficace e non discriminatorio alla giustizia per tutti, anche per via elettronica, promuovendo l’adozione di procedure civili e penali efficienti.

Possono partecipare enti pubblici o privati aventi personalità giuridica che abbiano sede in: Stati membri dell’Unione (inclusi i Paesi e territori oltremare esclusa la Danimarca); Paesi associati al Programma Giustizia.

Dotazione 10.100.000 Euro

Scadenza 4 ottobre 2023

Dotazione 10.100.000 €

Bando call-fiche_just-2023-jacc-ejustice_en.pdf (europa.eu)

Italia

Nuova Sabatini Green

“Nuova Sabatini Green” è l’incentivo del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (MIMIT) che ha l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e la trasformazione del sistema produttivo del Paese. L’agevolazione consiste nella concessione da parte di banche ed intermediari finanziari aderenti alla convenzione tra MIMIT, ABI e Cassa Depositi e Prestiti, di finanziamenti alle PMI per investimenti previsti nella misura, nonché di un contributo da parte del Ministero rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti.

Le spese ammissibili, riguardano l’acquisto, anche in leasing finanziario, di beni strumentali nuovi di fabbrica strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi d’investimento, destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale. I beni oggetto di agevolazione, per risultare ammissibili, devono essere ad uso produttivo, correlati all’attività svolta dall’impresa ed essere ubicati presso l’unità locale dell’impresa in cui è realizzato il programma d’investimento

La misura prevede agevolazioni che consistono nella concessione da parte di banche e intermediari finanziari, aderenti all’Addendum alla convenzione tra il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, l’Associazione Bancaria Italiana e Cassa depositi e prestiti S.p.A., di finanziamenti alle micro, piccole e medie imprese per sostenere gli investimenti previsti dalla misura, nonché di un contributo da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy rapportato agli interessi sui predetti finanziamenti.

Scadenza ad esaurimento risorse

Dotazione: 900.000.000 €

Bando coordinato_circolare_15_febbraio_2017_n14036_REV_10_02_2021allegati.pdf (mise.gov.it)

Esperienza del cittadino nei servizi pubblici – Scuole: Dicembre 2022

L’iniziativa si inserisce nella Missione 1 Componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), nell’ambito dell’Investimento 1.4 “servizi e cittadinanza digitale”, parte della Misura 1.4.1. “Esperienza del cittadino nei servizi pubblici”. Obiettivo di quest’ultima è di migliorare l’esperienza dei cittadini nella fruizione di siti e servizi digitali, grazie all’adozione di modelli standard che favoriscano accessibilità, efficacia e inclusività, risultando in una maggiore equità per tutti i cittadini.

L’obiettivo del bando è di mettere a disposizione dei cittadini interfacce coerenti, fruibili e accessibili secondo il modello di sito per le scuole. L’adozione del modello consente, inoltre, di ridurre i costi e i tempi di sviluppo dell’offerta digitale da parte delle scuole, permettendo a ciascun istituto scolastico di concentrare le risorse sulle attività a valore aggiunto, in particolare i contenuti e la didattica. Nello specifico, il bando intende supportare la progettazione e lo sviluppo e l’ adesione ai modelli standard di sito web per le Scuole sedi di Direttivo comprensive dislocate su tutto il territorio nazionale.

L’Istituto scolastico che accede al contributo dovrà provvedere a ridisegnare il proprio sito web secondo le modalità e le tecniche  descritte nel paragrafo “Implementazione del modello di sito per le scuole”(Cfr. pagg. 4-9 dell’allegato 2), aderendo al “Pacchetto scuola online” (Cfr. pag. 3 dell’allegato 2). Possono partecipare le Scuole sedi di Direttivo dislocate su tutto il territorio nazionale. Non sono ritenute ammissibili le proposte presentate da scuole non statali paritarie, non paritarie e straniere

Scadenza 10 febbraio 2023

Dotazione 7.000.000 €

Bando areariservata.padigitale2026.gov.it

Lazio

Interventi di prevenzione e sostegno in materia di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti

L’avviso prevede l’organizzazione di incontri, dibattiti, seminari, comprensivi di attività educative, formative e di aggregazione in favore degli studenti, al fine di promuovere, presso le istituzioni formative di appartenenza, specifici progetti e interventi, anche rivolti a docenti e genitori, per la diffusione di una cultura diretta all’acquisizione di capacità relazionali finalizzate al miglioramento delle capacità relazionali, attraverso specifici percorsi di educazione all’affettività.

Le iniziative devono promuovere campagne di sensibilizzazione e di informazione volte al contrasto la diffusione di materiale sessualmente esplicito, sui rischi cui si va incontro diffondendolo. Questa attività, collegata alla prevenzione della diffusione di detto materiale senza il consenso di coloro che compaiono nelle immagini, dovrà essere realizzata anche in collaborazione con i soggetti del terzo settore che abbiano tra i loro scopi la prevenzione del fenomeno e il sostegno alle persone vittime.

L’intervento, i cui risultati finali dovranno ricadere prevalentemente sul target giovanile, dovrà essere realizzato prendendo in considerazione all’interno dei progetti una o più delle seguenti tipologie di attività:

  • seminari/eventi di discussione e confronto, prevedendo il coinvolgimento di esperti che contribuiscano al raggiungimento delle finalità perseguite e alimentino il dibattito e il confronto;
  • esperienze laboratoriali, che possano prevedere anche la realizzazione di prodotti multimediali utili alla diffusione del “messaggio”;
  • webinar sulle tematiche oggetto dell’avviso con la partecipazione di esperti, psicologi;
  • altre tipologie di strumenti/modalità attuative chiaramente specificati e motivati nel progetto in connessione al progetto formativo cardine

Scadenza 10 gennaio 2023

Dotazione 150.000 €

Bando FOR-DD-G15982-18-11-2022-Allegato1-Avviso.pdf (regione.lazio.it)

 

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto. Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy