Sportello europeoGiovani giornalisti e consumatori, le opportunità dall’Europa

21 Aprile 2022
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/04/Giovani-giornalisti.jpg

Opportunità per giovani giornalisti e sostegno alle Risoluzioni stragiudiziali per i consumatori: queste le segnalazioni di bandi finanziati dall’Unione Europea. A livello nazionale, il MISE favorisce il passaggio all’economia circolare e il rilancio del commercio al dettaglio; il MITE sostiene la forestazione nelle Città Metropolitane. Tra i bandi regionali, segnaliamo la Toscana per la creatività delle arti visive e la rigenerazione urbana; l’Umbria sostiene attività socioculturali, spettacoli teatrali e musicali; il Lazio stimola la creazione di imprese di giovani e donne; l’Umbria infine concede finanziamenti agli agricoltori per la gestione sostenibile dei pascoli.

Europa

Youth4Regions – Il programma per aspiranti giornalisti

Il programma “Youth4Regions”è il programma della Commissione Europea che supporta gli studenti delle scuole di giornalismo ed i giovani giornalisti nella scoperta delle attività dell’Unione europea nella propria regione. Al fine di partecipare alla selezione, è necessario inviare un breve articolo (da 2.500 a 6.250 caratteri), una foto o un breve video reportage (2 – 3 minuti) che descriva un progetto cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale (incluso Interreg) o dal Fondo di coesione. Il lavoro dovrebbe riguardare il tema dell’attuale edizione del programma: l’empowerment dei giovani.

Possono partecipare al bando i cittadini dell’UE o di un paese vicino di età compresa tra i 18 e i 30 anni che: abbiano interesse per la politica regionale dell’UE nella propria regione; abbiano esperienza nel giornalismo (fino a 2 anni di esperienza di studio o lavoro); siano disponibili dall’8 al 14 ottobre 2022.

Il bando offre ai candidati vincitori le seguenti opportunità:

  • corsi di formazione sul giornalismo e sulla politica regionale dell’UE;
  • tutoraggio fornito da giornalisti affermati provenienti dal proprio paese;
  • l’occasione di lavorare fianco a fianco con giornalisti rinomati durante la Settimana delle regioni dell’UE;
  • visite alle sedi dei media degli affari dell’UE e alle istituzioni dell’UE;
  • l’opportunità unica di partecipare come giornalista ai viaggi stampa della Commissione europea negli Stati membri;
  • la copertura delle spese di alloggio, vitto e viaggio da parte della Commissione europea.

Scadenza: 11 luglio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.

Contributi finanziari a organismi di risoluzione alternativa delle controversie (ADR)

L’obiettivo del bando è quello di sostenere lo sviluppo del panorama della risoluzione alternativa delle controversie (Alternative Dispute Resolution – ADR) nell’UE. Più precisamente il bando intende facilitare l’accesso dei consumatori a enti di risoluzione alternativa delle controversie efficaci ed efficienti conformi alla direttiva 2013/11/UE, e agevolare anche la sensibilizzazione, la protezione dei consumatori vulnerabili, il networking degli enti nazionali di risoluzione alternativa delle controversie a livello nazionale e dell’UE, la cooperazione con gli organismi nazionali di applicazione, l’uso di strumenti digitali trasparenti, e la buona governance.

È ammissibile un’ampia gamma di attività, a condizione che possano essere connesse ai risultati attesi.

Durata progettuale: la durata massima delle azioni è 36 mesi. Possono partecipare al bando enti pubblici o privati dotati di personalità giuridica che siano stabiliti in uno Stato membro dell’UE (compresi i paesi e i territori d’oltremare – PTOM) oppure in un Paese non-UE, ovvero un Paese dell’Area Economica Europea e Paesi associati al Single Market Programme o Paesi che abbiano in corso negoziati per un accordo di associazione che entri in vigore prima della firma della sovvenzione; siano, alla data di presentazione della proposta, un organismo di Risoluzione Alternativa delle Controversie (ADR) notificato alla Commissione europea a norma dell’articolo 20, paragrafo 2, della direttiva 2013/11/UE sull’ADR per i consumatori.

Dotazione: 1.000.000 €

Scadenza: 5 luglio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.

Italia- MISE

Contributi per investimenti innovativi e sostenibili per la trasformazione tecnologica e la transizione verso il paradigma dell’economia circolare

Il finanziamento consiste in un regime di aiuto per il sostegno, nell’intero territorio nazionale, di nuovi investimenti imprenditoriali innovativi e sostenibili volti a favorire la trasformazione tecnologica e digitale dell’impresa, al fine di superare la contrazione indotta dalla crisi pandemica e di orientare la ripresa degli investimenti verso ambiti strategici per la competitività e la crescita sostenibile del sistema economico. Il decreto prevede l’erogazione di agevolazioni in favore di programmi di investimento proposti da PMI conformi ai vigenti principi di tutela ambientale e ad elevato contenuto tecnologico, coerente con il piano Transizione 4.0, con priorità per quelli in grado di offrire un particolare contributo agli obiettivi di sostenibilità definiti dall’Unione europea e per quelli volti, in particolare, a: favorire la transizione dell’impresa verso il paradigma dell’economia circolare; migliorare la sostenibilità energetica dell’impresa.

Sono ammissibili alle agevolazioni i programmi che prevedono la realizzazione di investimenti innovativi, sostenibili e con contenuto tecnologico elevato e coerente al piano nazionale Transizione 4.0, utilizzando   tecnologie in grado di aumentare efficienza e flessibilità nello svolgimento dell’attività economica dell’impresa proponente.

Dotazione : 677.875.519,57 Euro. Di cui per le Regioni del centro-nord (Regioni Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto, Umbria e Province Autonome di Bolzano e di Trento): 250.207.123,57 Euro; per le Regioni del mezzogiorno (Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna): 427.668.396 Euro

Link: Gazzetta Ufficiale

 

Contributi per il rilancio delle attività esercenti commercio al dettaglio

Il Fondo per il rilancio delle attività economiche è finalizzato alla concessione di aiuti in forma di contributo a fondo perduto a favore delle imprese che svolgono in via prevalente attività di commercio al dettaglio. Il fondo è stato istituito per: contenere gli effetti negativi derivanti dall’emergenza Covid; prevedere specifiche misure di sostegno per i soggetti maggiormente incisi.

Possono partecipare le imprese che esercitino commercio al dettaglio.

L’aiuto verrà erogato nella forma di contributo a fondo perduto. Nello specifico, le risorse finanziarie destinate all’intervento agevolativo sono ripartite tra i soggetti aventi diritto, riconoscendo a ciascuno dei predetti soggetti un importo determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio mensile dei ricavi relativi al periodo d’imposta 2021 e l’ammontare medio mensile dei medesimi ricavi riferiti al periodo d’imposta 2019.

Dotazione: € 200.000.000

Scadenza 24 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.

Italia-MITE

Progetti di forestazione nelle città metropolitane

In linea con le strategie nazionali e dell’Unione Europea, il bando prevede una serie di azioni rivolte alle 14 città metropolitane, per migliorare la qualità della vita e il benessere dei cittadini di tutti i comuni metropolitani attraverso interventi di rimboschimento che contrastino i problemi legati all’inquinamento atmosferico, all’impatto dei cambiamenti climatici e alla perdita di biodiversità.

L’investimento è finalizzato a: preservare e valorizzare la naturalità diffusa, la biodiversità e i processi ecologici legati a ecosistemi pienamente funzionali e resilienti; contribuire alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e alla rimozione del particolato nelle aree metropolitane, aiutando così a proteggere la salute umana; contribuire a ridurre le procedure di infrazione della qualità dell’aria; recuperare i paesaggi antropizzati valorizzando le periferie e le connessioni ecologiche con le aree interne rurali (corridoi ecologici, reti ecologiche territoriali) e il sistema delle aree protette; frenare il consumo di suolo e ripristinare i suoli utili.

Sono ammessi a finanziamento progetti finalizzati alla formazione di boschi nei territori dei comuni delle 14 città metropolitane, presentati in coerenza con il “Piano di forestazione urbana ed extraurbana”.

Dotazione: 74.000.000 €

Scadenza: 28 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui. 

Toscana

Toscanaincontemporanea 2022

La Regione Toscana intende finanziare progetti che promuovano la produzione, la conoscenza e la diffusione della creatività contemporanea nel campo delle arti visive contemporanee, attuati da enti pubblici, università, istituti scolastici, centri di ricerca, accademie, associazioni, fondazioni e altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro nel territorio toscano.

L’intervento è finalizzato al sostegno di manifestazioni di arte contemporanea di rilievo regionale, nazionale ed internazionale, al consolidamento e sviluppo dei sistemi locali, alla promozione degli artisti under 40, sia italiani che stranieri attivi in Toscana. Il bando intende favorire l’emergere di proposte progettuali innovative e di alto livello qualitativo, non solo in termini di valori estetico-formali ma anche per la loro capacità di attivare una consapevolezza sociale e civile – sia per quanto riguarda le tematiche, sia per quanto concerne le modalità d’intervento (sperimentazione, produzione, attuazione, formazione, comunicazione) – e processi di sviluppo sul territorio regionale.

Possono partecipare al bando: enti pubblici; università; istituti scolastici; centri di ricerca; accademie; associazioni; fondazioni; altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro nel territorio toscano. Ciascun soggetto può presentare un solo progetto ma partecipare anche ad altri, attraverso varie forme di collaborazione a titolo non oneroso.

Dotazione: 350.000 €

Scadenza: 19 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

Spazi attivi – Percorsi di rigenerazione urbana del territorio

La finalità del bando “Spazi attivi” è la rigenerazione urbana attraverso il sostegno a progetti in grado di generare esternalità e utilità positive sul piano degli impatti sociali e culturali di medio/lungo periodo, e generare nuove opportunità di crescita e di coesione per le comunità territoriali interessate attraverso la realizzazione di nuovi “luoghi culturali”, che possano rispondere a bisogni collettivi e ad esigenze derivanti dalla complessità del vivere sociale e della dimensione territoriale.

Il bando intende sostenere progetti innovativi di rigenerazione, recupero, riuso e riattivazione di spazi fisici già̀ esistenti, al chiuso o all’aperto, da utilizzare per funzioni e progettualità̀ durevoli e sostenibili, di tipo sociale, culturale e creativo. I progetti in questione dovranno configurarsi come veri e propri percorsi di rigenerazione di spazi fisici, ridisegnando il profilo produttivo ed urbano degli insediamenti coinvolti e scommettendo sulla creatività̀ come volano in grado di produrre e accelerare ricadute produttive ed economiche sul tessuto delle comunità̀ locali, e quindi nuove funzioni sociali ed urbane.

Il bando interessa esclusivamente progetti da realizzarsi nei seguenti territori: Città Metropolitana di Firenze escluso il capoluogo; Città di Arezzo e comuni situati nella sua area provinciale; Città di Grosseto e comuni situati nella sua area provinciale.

Possono partecipare al bando tutti i soggetti non profit compresi nell’area territoriale di intervento indicata, che risultino ammissibili in base a quanto previsto dal Codice Etico della Fondazione CR Firenze.

Dotazione: 1.250.000 €

Scadenza: 27 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

Umbria

Sostegno ad attività socioculturali

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia intende contribuire al rilancio del territorio di riferimento tramite il sostegno di processi di attivazione di luoghi di aggregazione culturale per sperimentare nuove funzioni di natura socioculturale e restituire alla fruizione delle comunità gli stessi e i relativi spazi circostanti, in una prospettiva durevole e sostenibile.

Per contribuire a riattivare tale processo, la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, in via sperimentale, vuole mettere a disposizione gli spazi dell’immobile di sua proprietà denominato “Palazzo Bonacquisti”, ubicato ad Assisi, piazza del Comune n. 20, ed in particolare: il piano terra dotato di una sala conferenza (capienza massimo 100 posti) e reception; il piano primo (cinque stanze di circa complessivi mq. 120).

La manifestazione di interesse dovrà essere presentata da un Ente all’interno di una partnership obbligatoria composta da almeno 2 soggetti, compreso il richiedente stesso, di cui uno con sede legale nel comune di Assisi.

Il soggetto richiedente dovrà essere necessariamente un ente religioso o non profit costituito da almeno 2 anni alla data di pubblicazione del bando. Al progetto potranno aderire ulteriori partner(oltre a quelli obbligatori) senza alcun vincolo sulla loro natura giuridica, che si impegnino a partecipare in modo attivo al raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Dotazione: 40.000 €

Scadenza: 9 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

Eventi musicali e teatrali – Stagione Estiva 2022

Il bando intende sollecitare gli enti e le organizzazioni operanti nel territorio di riferimento a elaborare progetti con l’obiettivo di far ripartire l’offerta musicale e teatrale, nonché di favorire il ritorno all’aggregazione sociale.

I progetti dovranno riguardare eventi musicali e/o teatrali, organizzati nel rispetto delle disposizioni di legge previste per il contenimento del contagio da Covid-19 vigenti al momento della realizzazione dell’evento, con pubblico in presenza e non online, realizzati nel territorio di intervento della Fondazione.

I progetti saranno suddivisi in due fasce in base alla presenza di almeno due delle condizioni richieste.

Possono partecipare al bando gli Istituti Superiori di studi musicali, gli Enti del Terzo Settore e gli enti privati senza fine di lucro, operanti nel settore culturale, con prevalenza nel campo musicale e teatrale, costituiti da almeno tre anni dalla data di pubblicazione del bando.

Dotazione: 400.000 €

Scadenza 15 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

Lazio

Impresa Formativa: incentivi per la creazione d’impresa a favore dei giovani e delle donne del Lazio

Attraverso il bando “Impresa Formativa”, la Regione Lazio mira ad attuare azioni sperimentali che determinino un impatto positivo sul mondo del lavoro. Con l’obiettivo di contribuire a creare nuove opportunità di occupazione, con particolare riferimento alla popolazione femminile ed in età giovanile.

L’obiettivo dell’intervento, quindi, è la concessione di contributi a fondo perduto a sostegno della creazione di nuove micro e piccole imprese, costituite da giovani under 35 e da donne che versano in condizioni di disoccupazione.

Il bando sostiene la costituzione e l’avviamento di attività di micro e piccole imprese femminili e giovanili, anche di tipo cooperativo e a finalità sociali, con sede e/o unità locale operativa nel territorio della Regione Lazio.

Possono partecipare al bando i giovani con età tra 18 anni e 35 anni(Priorità “Giovani”) oppure donne di età superiore a 18 anni(Priorità “Occupazione”).

Dotazione: 10.000.000

Scadenza 27 giugno 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

Marche

Gestione sostenibile dei pascoli

Il bando intende garantire: la biodiversità legata agli habitat delle praterie, favorendo il mantenimento dell’ambiente, la tutela delle acque superficiali e profonde, del suolo preservandolo dall’erosione e prevenendo fenomeni di micro dissesto idrogeologico; la biodiversità naturale; l’agrobiodiversità.

Il progetto aziendale deve essere firmato da un tecnico abilitato e deve riportare il piano di turnazione del pascolo.

Il bando si applica su tutto il territorio regionale e sulle superfici dei Comuni di Montecopiolo e Sassofeltrio (Emilia-Romagna).

Possono partecipare gli agricoltori singoli o associati e le Comunanze agrari e qualora gestiscano direttamente le attività di pascolamento.

Dotazione: 1.400.000 €

Scadenza: 16 maggio 2022

Per maggiori informazioni clicca qui.  

 

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, non iscritti.
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy