NewsSportello europeoVolontariato e solidarietà, i bandi Ue di questo mese

1 Dicembre 2022
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/12/volunteers-2654004_960_720.jpg

I bandi che abbiamo preso in considerazione riguardano a livello comunitario l’importante programma del Corpo Europeo di Solidarietà con i suoi progetti di volontariato e solidarietà. A livello nazionale abbiamo preso in considerazione lo stimolo alla lettura del giornale quotidiano nelle scuole.

Le regioni offrono interessanti sostegni alle PMI attraverso voucher (Toscana), per la formazione di reti formative per il lavoro (Lazio), l’autoimpiego (Umbria), la creazione di nuove realtà imprenditoriali anche di tipo professionale (Marche).

Europa

Corpo Europeo di Solidarietà – Progetti di volontariato 2023

L’obiettivo generale del Programma di finanziamento europeo Corpo Europeo di Solidarietà è quello di migliorare l’impegno dei giovani e delle organizzazioni in attività di solidarietà accessibili e di alta qualità, in primo luogo il volontariato, come mezzo per rafforzare la coesione, la solidarietà, la democrazia, l’identità europea e la cittadinanza attiva nell’Unione e al di fuori di essa, affrontando le sfide sociali e umanitarie sul campo, con particolare attenzione alla promozione dello sviluppo sostenibile, l’inclusione sociale, la tolleranza, i diritti umani e il valore delle differenze e della diversità di ogni genere e a fornire a tutti i giovani un accesso paritario alle opportunità offerte dalle sue azioni.

Per raggiungere i suoi obiettivi, il Corpo Europeo di Solidarietà attua quattro azioni strutturate in due filoni: 1) Partecipazione dei giovani alle attività di solidarietà: Progetti di volontariato; Gruppi di volontariato in settori ad alta priorità; Progetti di solidarietà. 2) Partecipazione dei giovani alle attività di solidarietà legate agli aiuti umanitari

L’azione Progetti di volontariato offre ai giovani tra i 18 e i 30 anni l’opportunità di partecipare ad attività di solidarietà, contribuendo al lavoro quotidiano delle organizzazioni partecipanti, a beneficio delle comunità in cui si svolgono le attività.

Al fine di selezionare i progetti di volontariato di maggiore qualità a cui i giovani interessati possono partecipare, la Commissione Europea pubblica annualmente un bando a cui possono partecipare organizzazioni pubbliche e private attive in diversi settori quali la protezione dell’ambiente, la mitigazione dei cambiamenti climatici o il rafforzamento dell’inclusione sociale.

Corpo Europeo di Solidarietà – Progetti di solidarietà 2023

Il Programma sostiene, anche la realizzazione di Progetti di solidarietà, sviluppati e attuati da gruppi di giovani tra i 18 e i 30 anni, che affrontano sfide individuate nella comunità locale, coerentemente con le priorità rilevanti a livello UE.

I progetti di solidarietà mirano a risolvere problematiche ben definite, a sostenere lo sviluppo, il trasferimento e/o l’attuazione di pratiche innovative e ad offrire un’occasione di apprendimento e crescita per i giovani coinvolti.

Al fine di selezionare le progettualità migliori e sostenerne la realizzazione, la Commissione europea pubblica annualmente un invito a presentare proposte accompagnato da una guida al programma. I Progetti di solidarietà devono avere un impatto sulla comunità locale affrontando questioni locali, rivolgendosi a un gruppo specifico o sviluppando opportunità locali (in particolare nelle comunità situate in aree rurali, isolate, emarginate o transfrontaliere), ma anche coinvolgendo diversi attori e sviluppando nuovi partenariati.

Scadenza 23 febbraio 2023

Dotazione 11.000.000 €

Bando 

Italia

Contributi alle istituzioni scolastiche per l’acquisto di abbonamenti a quotidiani (Scuole di ogni ordine e grado)

Bando per l’assegnazione del contributo previsto dall’art. 1, comma 389, della L 160/2019, a favore delle istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni grado di istruzione che acquistano uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale.

Sono ammesse al bando le spese sostenute nell’anno 2022 per l’acquisto di prodotti editoriali iscritti presso il competente Tribunale, ai sensi dell’art. 5 della legge 47/1948, ovvero iscritti al Registro degli operatori di comunicazione di cui all’art. 1, comma 6, lettera a), numero 5), della legge 249/ 1997, dotati in ogni caso della figura del direttore responsabile. Costituisce requisito di ammissione la delibera del Collegio dei docenti che individua, nell’ambito dei prodotti editoriali ammessi al contributo, le testate riconosciute come utili ai fini didattici.

Possono partecipare le istituzioni scolastiche statali e paritarie di ogni grado di istruzione che nell’anno 2022 acquistano uno o più abbonamenti a periodici e riviste scientifiche e di settore, anche in formato digitale, possono accedere ad un contributo fino al 90 per cento della spesa.

Scadenza 13 gennaio 2023

Budget 2.000.000 €

Toscana

Bando per la concessione di Voucher Garanzia

La Regione Toscana intende favorire l’accesso al credito delle PMI toscane attraverso la costituzione di un fondo per la concessione di contributo in conto commissione di garanzie su operazioni finanziarie riassicurate al Fondo di Garanzia. Sono ammesse all’agevolazione le commissioni di garanzia pagate ai soggetti garanti, su qualsiasi tipo di operazione finanziaria riassicurata al Fondo di importo massimo pari a 800.000, autorizzati con decreto dirigenziale ed inseriti nell’elenco dei soggetti garanti.

Possono partecipare micro, piccole e medie imprese e professionisti aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale, che abbiano ottenuto una garanzia da un soggetto garante autorizzato dalla Regione Toscana, e riassicurata al Fondo di Garanzia a fronte di una operazione finanziaria. I soggetti garanti autorizzati sono i confidi e gli intermediari che effettuano attività di rilascio di garanzie alle PMI e che sono inseriti nell’elenco disponibile sul sito istituzionale della Regione Toscana.

Scadenza non disponibile

Dotazione 987.889 €

Lazio

Lazio Academy: Formare per creare occupazione e qualità del lavoro – Misura 1

La riduzione della disoccupazione, in particolare di quella giovanile, e il miglioramento della qualità del lavoro rappresentano per la Regione Lazio degli obiettivi strategici prioritari nell’ambito della programmazione della Priorità 1 Occupazione – obiettivo specifico a) e d) e Priorità 4 Giovani – obiettivo specifico aG) del PR FSE+ Lazio 2021-2027. La Regione Lazio, attraverso il bando, intende contribuire fattivamente: all’accrescimento delle opportunità di inserimento lavorativo di chi si trova in una condizione di inoccupazione/disoccupazione, puntando sulle leve della qualificazione e riqualificazione delle competenze e offrendo percorsi di formazione maggiormente legati alle concrete esigenze delle imprese; a rafforzare le azioni innovative di sostegno alla formazione aziendale, in coerenza anche con le strategie europee adottate nel corso degli ultimi anni che hanno posto l’accento sul ruolo della formazione sul luogo di lavoro quale elemento essenziale per rafforzare la competitività e la produttività delle imprese e contribuire all’efficienza dei sistemi di produzione locale.

L’avviso prevede la creazione di reti stabili, le “Academy”, composte da agenzie formative, imprese e altri soggetti, compresi gli enti bilaterali ove accreditati, con capacità formativa specifica nella filiera, ma aperta, specializzata in un dato ambito tecnologico (filiera economica), che, avvalendosi delle risorse umane, strutturali e tecnologiche dei soggetti componenti, progetta e realizza percorsi formativi.

Scadenza 30 marzo 2023

Dotazione 9.200.000 €

Umbria

Myself Plus – Contributi per le nuove iniziative imprenditoriali: Autoimpiego e creazione d’impresa

La Regione Umbria intende promuovere lo sviluppo economico del territorio e l’occupazione fornendo un sostegno finanziario alle attività imprenditoriali e di lavoro autonomo di recente o prossima costituzione, con particolare riguardo a quelle promosse da donne, giovani, lavoratori espulsi dal mercato del lavoro e altre categorie di soggetti svantaggiati e/o con disabilità.

Nello specifico, l’obiettivo è inserire gli interventi per lo sviluppo dell’imprenditoria in un sistema integrato di sostegno al lavoro in tutte le sue forme, compresa l’autoimprenditorialità.

Sono considerati ammissibili per i contributi i progetti imprenditoriali rientranti in: produzione di beni; fornitura di servizi; commercio, anche in forma di franchising; artigianato.

Possono presentare domanda di contributo le piccole e medie imprese con sede operativa nel territorio della Regione Umbria, già costituite o in via di costituzione.

Scadenza 31 gennaio 2023

Dotazione 1.000.000 €

Bando  

Marche

Avviso Pubblico per il sostegno alla creazione di nuove imprese finalizzate a favorire l’occupazione nella regione Marche

L’Avviso pubblico intende sostenere la creazione di nuove realtà produttive o di servizio compresi gli studi professionali, singoli o associati, e liberi professionisticon sede operativa nella Regione Marche, in grado di creare nuova occupazione. L’obiettivo dell’intervento è generare nuove realtà aziendali e nuove opportunità di lavoro, in grado di contribuire allo sviluppo e alla diversificazione del sistema produttivo regionale, incrementando nel contempo i livelli occupazionali.

Il contributo intende sostenere le spese per l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali localizzate nella Regione delle Marche, presentateda parte di soggetti disoccupati. La durata dei progetti è fissata in 12 mesi. I soggetti che possono presentare domanda di contributo devono essere: Disoccupati (inclusi gli inoccupati), ai sensi del D. Lgs. n. 150/2015 e ss.mm.ii. iscritti ai CPI, con le seguenti caratteristiche: residenti nei comuni della regione Marche; avere un’età compresa tra 18 e 65 anni.

Scadenza 31 dicembre 2022

Dotazione 7.000.000€

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto. Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy