Sportello europeoBandi UE di gennaio: dal Programma LIFE alla promozione dei valori UE

13 Gennaio 2022
https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/01/guidaeuroprogettazione-novita-programma-life.png

Con questo nuovo numero di Sportello Europa, servizio che offro gratuitamente a tutti i cittadini, aziende e istituzioni delle regioni Lazio, Toscana, Umbria e Marche, vi segnalo informazioni sui bandi UE che riguardano:

  • Opportunità per gli Stati nell’ambito del programma LIFE;
  • Programmi per la protezione e la promozione dei valori dell’Unione Europea;
  • Internazionalizzazione per il Lazio;
  • Iniziative per il sociale e il welfare per la Regione Toscana;
  • Riqualificazione urbana per le Marche;
  • Progetti di ricerca e formazione universitaria da finanziare nell’area del sisma del 2016.

Vediamo in dettaglio i bandi UE di gennaio:  

Europa

Programma LIFE – Finanziamento progetti di assistenza tecnica

Il programma LIFE è lo strumento finanziario dell’Unione europea per l’Ambiente e il Clima. Operativo dal 1992, LIFE ha cofinanziato più di 5.400 progetti in tutta l’UE e nei paesi terzi, mobilitando oltre 12 miliardi di Euro e contribuendo con più di 5,64 miliardi di Euro alla tutela dell’ambiente e all’azione per il clima. Oggi il Programma è uno dei principali strumenti a sostegno del Green Deal europeo.

Il Programma LIFE è strutturato in due assi di intervento e quattro sottoprogrammi: Ambiente: sottoprogramma Natura e Biodiversità sottoprogramma Economia circolare e qualità della vita Azione per il clima: sottoprogramma Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici sottoprogramma Transizione all’energia pulita.

Questa specifica call riguarda il finanziamento di progetti di assistenza tecnica. Si intendono finanziare progetti finalizzati a implementare azioni di capacity building per le autorità degli Stati membri che hanno dimostrato una bassa partecipazione al programma LIFE, anche al fine di migliorare i servizi offerti dai punti di contatto nazionali (National Contact Points – NCPs) in tutta l’UE e aumentare la qualità complessiva delle proposte presentate.

Le azioni previste devono essere rivolte agli enti pubblici di livello nazionale responsabili dell’attuazione del Programma LIFE in uno Stato membro dell’UE. I consorzi possono includere altri soggetti a condizione che la loro partecipazione sia giustificata dagli obiettivi del progetto e che il loro ruolo sia chiaramente definito. Il progetto dovrà essere coordinato da enti pubblici responsabili dell’attuazione del Programma LIFE. Le azioni dovranno svolgersi principalmente nel territorio dello Stato membro del richiedente principale. Ogni proposta dovrà basarsi su un’analisi dei bisogni.

È finanziabile solo 1 progetto per Paese.

Dotazione finanziaria: 9.000.000 Euro

Per ogni progetto, un finanziamento di minimo 400.000 e un massimo 425.000 Euro

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Programma LIFE –  Varie Azioni

Il bando finanzierà progetti per 3 distinti temi:

  • LIFE 2021-PREP-NATURA — sottoprogramma Natura e Biodiversità;
  • LIFE-2021-PREP-Environment — sottoprogramma Economia circolare e qualità della vita;
  • LIFE-2021-PREP-Network — per promuovere la rete dei punti di contatto nazionali LIFE.

Le azioni ammissibili saranno diverse per ogni tema. Ad esempio, per LIFE 2021-PREP-NATURA —Natura e Biodiversità:

  • Azione 1. Sistemi di pagamento per i servizi eco-sistemici forestali (PES);
  • Azione 2. Preparare la base per la guida e la standardizzazione dell’UE per colmare il divario nel ciclo biologico e arricchire i terreni con compost di alta qualità dai rifiuti organici raccolti.
  • Azione 3. Promuovere le sinergie della contabilità del capitale naturale tra le imprese e le applicazioni governative.
  • Azione 4. Migliorare la tracciabilità delle esportazioni di tessili usati/rifiuti tessili e migliorare il riciclaggio dei rifiuti tessili all’interno dell’UE.

Per LIFE-2021-PREP-Network — Promuovere la rete dei punti di contatto nazionali LIFE, concentrandosi sull’obiettivo di facilitare la cooperazione transnazionale tra i punti di contatto nazionali LIFE (PCN) al fine di identificare e di condividere le buone pratiche e migliorare il sostegno ai candidati del programma LIFE. Aumentando così la loro partecipazione.

Dotazione finanziaria complessiva: 4.800.000 Euro.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Bandi UE, contributi per azioni volte alla protezione e alla promozione dei valori dell’Unione Europea

La Commissione Europea ha pubblicato il Piano d’azione sull’integrazione e l’inclusione 2021-2027. La strategia dell’UE sulla disabilità 2021-2030 e un pacchetto di misure sulla protezione dell’integrità delle elezioni e sulla promozione della partecipazione democratica inclusiva e del dibattito democratico aperto.

In questo contesto, l’obiettivo generale del bando è quello di proteggere, promuovere e far conoscere i diritti e i valori fondamentali dell’UE sostenendo azioni di capacity building rivolte alle Organizzazioni della Società Civile (CSOs) locali, regionali e/o nazionali.

Verranno dunque finanziati progetti volti a contribuire, sostenere, potenziare e costruire le competenze e le capacità delle CSOs attive nella promozione e protezione dei diritti fondamentali dell’UE (sanciti nella Carta dei diritti fondamentali UE).

Dotazione finanziaria complessiva: 51.000.000 Euro

La sovvenzioni richiesta non potranno essere inferiori a 2.500.000 Euro e superiori a 4.000.000 Euro

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

LAZIO

Bandi UE, internazionalizzazione – Anno 2021 – Camera di Commercio di Frosinone-Latina

Il bando della CCIA di Frosinone-Latina intende rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di business nei mercati già serviti. E nello scouting di nuovi o primi mercati di sbocco.

Nello specifico, con l’iniziativa si intende:

  • Sostenere il ricorso a servizi o soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la presenza all’estero delle PMI della circoscrizione territoriale camerale, attraverso l’analisi, la progettazione, la gestione e la realizzazione di iniziative sui mercati internazionali;
  • Incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export da parte delle imprese, in particolare, lo sviluppo di iniziative di promozione e di commercializzazione digitale;
  • Favorire interventi funzionali alla continuità operativa delle attività commerciali sull’estero da parte delle imprese durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla ripartenza nella fase post-emergenziale.

Dotazione: 454.349 Euro.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

TOSCANA

Bandi UE “S.O.S. tieni il sociale”

La Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra ha deciso di pubblicare nuovamente questo speciale bando, finalizzato alla realizzazione di iniziative sociali, preferibilmente se collegate alle problematiche innescate dalla pandemia COVID 19.

Saranno finanziati progetti che rientrano in uno o più dei seguenti settori di intervento:

  • contrasto alle povertà, alle fragilità sociali, al disagio giovanile;
  • tutela dell’infanzia;
  • cura e assistenza agli anziani e ai disabili;
  • inclusione socio lavorativa;
  • integrazione degli immigrati.

Il Bando è riservato agli Enti del terzo settore che perseguono scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico. Che operano prevalentemente nei settori di intervento sopra indicati. E, infine, che hanno la sede legale ed esercitano effettivamente l’attività da più di 2 anni nei seguenti Comuni:

  • Bibbona, Capannoli, Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Castellina Marittima, Castelnuovo Val di Cecina, Cecina, Chianni, Crespina, Fauglia, Guardistallo, Montecatini Val di Cecina, Montescudaio, Monteverdi Marittimo, Peccioli, Pomarance, Riparbella, Santa Luce, Terricciola e Volterra.

Dotazione finanziaria: 80.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 4.000 Euro

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Bandi UE, contributi per progetti sulle attività di welfare

La Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca con questo bando intende finanziare progetti o l’attività ordinaria di soggetti che operano a favore delle categorie sociali deboli o nell’ambito della salute pubblica. Il fine è quello di contribuire alla realizzazione e allo sviluppo di forme di welfare di comunità.

Sono ammissibili progetti con questi obiettivi:

  • promuovere l’inclusione sociale e migliorare il grado di autonomia dei soggetti svantaggiati, in particolare disabili, anziani, giovani in condizioni di disagio, persone in difficoltà;
  • concorrere al contrasto della povertà nella comunità locale e nei paesi in via di sviluppo;
  • contribuire a contenere le problematiche emerse a seguito dell’epidemia Covid-19, in termini sanitari, sociali ed economici.

Dotazione finanziaria: 1.400.000 €

Contributo massimo: 50.000 €

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

LAZIO-MARCHE-UMBRIA

Avviso per la selezione di progetti di promozione della ricerca, del trasferimento tecnologico e della formazione universitaria da finanziare nell’area del sisma del 2016

Il bando del ministero del Sud e della Coesione Territoriale è finalizzato alla concessione di contributi destinati alla realizzazione di interventi per il sostegno alla creazione o al potenziamento di centri di ricerca, al trasferimento tecnologico e all’ampliamento dell’offerta formativa universitaria da attuare interamente all’interno del territorio del cratere sismico del Centro Italia del 2016.

L’obiettivo è quello di sostenere la creazione, la permanenza, lo sviluppo, l’integrazione e la specializzazione delle infrastrutture e dei presidi formativi. La ricerca e la formazione universitaria, infatti, sono strumenti importanti per frenare lo spopolamento di queste aree. Promuovendo la resilienza e la rigenerazione delle conoscenze e delle competenze.

Il bando intende dunque promuovere nuove opportunità economiche, nonché il mantenimento dell’attuale popolazione e delle imprese.

Dotazione 60 milioni

Ammontare da 500mila a 5milioni

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

MARCHE

Contributi per progetti che prevedano la riqualificazione degli spazi urbani connessi alle zone di sbarco nel territorio del FLAG Marche Sud

Il bando ha l’obiettivo di riqualificare gli spazi urbani delle zone di sbarco (porti, approdi, luoghi di sbarco, etc.) per renderle maggiormente fruibili per la comunità e per le attività economiche del territorio. Con lo scopo di supportare l’attrattività complessiva del territorio del FLAG Marche Sud.

Sono ammissibili i seguenti interventi:

  • Riqualificazione strutture in aree di sbarco e portuali, da destinare a servizi comuni;
  • Miglioramento della qualità della vita e della fruizione delle aree di sbarco e portuali e delle aree adiacenti;
  • Arredo urbano nelle aree adiacenti alle zone portuali/luoghi di sbarco o incluse in esse;
  • Altri interventi per la riqualificazione del tessuto urbano connesso alle zone di sbarco ed alle aree portuali;

Gli interventi dovranno essere realizzati all’interno dei Comuni del FLAG Marche Sud:

  • Porto San Giorgio, Pedaso, Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto.

Possono presentare progetti i seguenti beneficiari:

  • Enti pubblici;
  • Concessionari di spazi demaniali;
  • PMI singole o associate;
  • Associazioni, Consorzi;
  • Organizzazioni di Produttori Organizzazioni no profit

Disponibilità: 143.880 €

Max 50mila euro per progetto.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Servizio offerto da Daniela Rondinelli, deputata al Parlamento europeo, membro non iscritto.
Le opinioni espresse sono di responsabilità esclusiva dell’autore o degli autori e non riflettono necessariamente la posizione ufficiale del Parlamento europeo.

 

https://www.danielarondinelli.it/wp-content/uploads/2022/06/rondi.webp
Bruxelles
Parlamento europeo
Strasburgo
Parlamento europeo
Roma
Ufficio in Italia
© Daniela Rondinelli • Europarlamentare • Cookie PolicyPrivacy Policy